novembre 27

Il personaggio come chiave per coinvolgere il lettore

Il personaggio come chiave per coinvolgere il lettoreUna storia deve essere vissuta da qualcuno. E questo qualcuno deve essere sufficientemente interessante da attirare l’attenzione di chi legge e da fargli desiderare di identificarsi con lui. Per raggiungere questo scopo, bisogna che esso sia riconoscibile dal lettore, che abbia dei tratti in comune con lui e con la sua esperienza, sia esso un monaco medievale, un abitante di New York, un alieno o un supereroe. Anzi, in quest’ultimo caso, è bene che abbia anche qualche punto debole. Nessuno di noi è invincibile e perfetto e un personaggio del genere risulterebbe alla fine, decisamente noioso oltre che al di fuori della nostra portata. Achille deve avere un tallone vulnerabile e Superman la sua kryptonite. Se il lettore non si identifica nel personaggio, non ci sarà sufficiente tensione e, di conseguenza, il romanzo sarà destinato al fallimento. Continue reading

novembre 11

Show, don’t tell!

scrivere01“Show don’t tell”, che in italiano si traduce con “Mostra, non raccontare” è una delle regole fondamentali della scrittura creativa. Questo perché far vedere come stanno le cose è molto più efficace che dirlo. Una scena vale più di mille parole.

Si può comunicare con effetto tramite dialoghi, gesti, azioni, piccoli dettagli, evocazioni. E farlo con immediatezza, senza costringere il lettore a pensare secondo schemi già definiti dall’autore, come quando si racconta una storia. Potrà così farsi una sua idea ed essere, di conseguenza, maggiormente coinvolto nella trama. Continue reading